Recovery Toolbox for PDF Password - Guida in linea

Nonostante possa sembrare semplicissimo e intuitivo, Recovery Toolbox for PDF Password (Scarica) richiede una configurazione a seconda della modalità di recupero selezionata, che potrebbe presentare delle difficoltà per gli utenti principianti. Prima di contattare il supporto tecnico, si prega di accertarsi di aver letto e capito il presente manuale d'uso. Il documento contiene una descrizione completa di tutte le funzionalità del programma e dei principi del suo funzionamento.

Recovery Toolbox for PDF Password è realizzato sotto forma di procedura guidata che porta l'utente attraverso il processo e richiede solo un minimo intervento da parte sua. Tuttavia, data la natura assai complessa del processo di ricostruzione delle password pdf, la procedura guidata del programma è più complicata rispetto a quella degli altri prodotti Recovery Toolbox e richiede una descrizione più dettagliata delle opzioni.

La regola generale sta nel seguire le istruzioni sullo schermo, fare quanto richiesto e premere quindi il pulsante Next (Avanti), per procedere al passaggio successivo della procedura. In qualsiasi momento è possibile usare il pulsante Back (Indietro), per ritornare al passaggio precedente e modificare le impostazioni oppure scegliere un altro file per il recupero della password.

IMPORTANTE: Password molto probabilmente non riuscirà ad aiutarvi (in tempi ragionevoli) se non ricordate niente della password che volete recuperare. Il programma è pensato per ricostruire password che ricordate almeno parzialmente, partendo dal presupposto che l'utente sia in grado di specificare una parte della password non essendo sicuro dei caratteri restanti. Ovviamente, più caratteri ricordate, più veloce e facile sarà il processo di recupero.

Interfaccia del programma e opzioni avanzate

Il menu principale di Recovery Toolbox for PDF Password contiene i seguenti comandi:

File (File) – Exit (Esci)
Il comando permette di uscire dal programma.
Options (Opzioni) – Send source file (Invia file di origine)
Allega il file attualmente aperto ad un nuovo messaggio email creato nel client di posta predefinito. Si prega di notare che per usare correttamente questa opzione, deve essere impostato il client di posta elettronica predefinito nel sistema.
IMPORTANTE: Se state inviando agli autori del programma un file protetto con password, accertatevi di aver specificato tutte le informazioni conosciute della password in questione. Ciò renderà MOLTO più efficace il lavoro dei nostri esperti.
Options (Opzioni) – Clear source file list (Cancella elenco file di origine)
Cancella l'elenco dei file di origine precedentemente processati.
Options (Opzioni) – Advanced (Avanzate)
Il menu contiene due opzioni importanti che riguardano il funzionamento generale del programma:

Multi-threading (Multithreading) L'opzione definisce come la CPU verrà usata dal programma. Quando è impostata l'opzione Auto-detect (Rileva automaticamente), il programma rileva automaticamente i core logici disponibili della CPU e li usa per il calcolo. È possibile deselezionare il rilevamento automatico e specificare manualmente nel rispettivo campo il numero massimo di core da usare. L'opzione è attivata per impostazione predefinita.

Use mask constructor instead of password wizard (Usa creazione maschera al posto della procedura guidata). La creazione di una maschera al posto della procedura guidata offre più flessibilità e controllo sul processo di ricostruzione della password, ma richiede una buona comprensione della struttura della password e del metodo di forza bruta. Si consiglia di usare questa opzione se si ha confidenza con il processo e se si crede che la configurazione manuale del motore di recupero aiuti ad accelerare il processo. L'opzione è disattivata per impostazione predefinita.

La differenza tra le due modalità verrà descritta in dettaglio in seguito.

Help (?)
La sezione ? contiene i link al file della guida del programma, il sito web del programma, la pagina d'ordine, la finestra dove inserire il codice di registrazione e la finestra con le informazioni sul programma.

Protezione dei file PDF con password

A differenza da altri tipi di documenti, i file PDF possono essere protetti con password di due tipi: Password utente e Password proprietario. La password utente permette di aprire e decrittare il contenuto di un file PDF. La password proprietario è una password di livello inferiore che permette di modificare i permessi di accesso al documento (per esempio, consentire o meno la copia del documento negli Appunti).

Attualmente, vi sono quattro versioni del sistema di protezione usate nei file PDF:

R2
La versione più vecchia che usa la crittografia RC4 con una chiave a 40 bit per proteggere il contenuto del file.
R3
Una versione migliorata di R2 con una chiave a 128 bit.
R4
Un sistema di protezione di nuova generazione che usa l'algoritmo AES a 128 bit.
R5
La versione più recente che usa la crittografia AES a 256 bit.

Vi sono due aspetti importanti nel processo di recupero delle password con l'aiuto di Recovery Toolbox for PDF Password:

  • I file PDF contengono gli hash di entrambe le password, per una convalida veloce delle password. Recovery Toolbox for PDF Password usa i valori hash per recuperare le password.
  • A differenza dalla più recente versione R5, nelle versioni dalla R2 alla R4 la password utente e la password proprietario sono in stretta connessione l'una con l'altra e non è possibile verificare la validità della password proprietario senza inserire la password utente. È pertanto necessario inserire manualmente la password utente, per recuperare la password proprietario dei file PDF protetti con i sistemi R2-R4.
  • Le password R5 sono quelle più facili da recuperare, nonostante sia la versione più recente del sistema di protezione. Ci vuole un po' più tempo per recuperare le password R2, mentre per le password R3 e R4 è richiesto molto più tempo (decine di volte tanto).

Recupero delle password

Il processo di recupero delle password è identico per entrambe le modalità, salvo il passaggio 2. La differenza verrà spiegata sotto.

Manuale passo per passo per Recovery Toolbox for PDF Password

Passaggio 1. Selezione del file

Il primo passaggio permette di specificare il file per il quale si desidera recuperare la password. Ciò può essere fatto in tre modi. Potete digitare il nome e il percorso del file nel campo di immissione al centro della finestra del programma oppure potete usare la finestra di dialogo standard di Windows. È possibile inoltre scegliere un file PDF che avete usato in precedenza, da un elenco a discesa che si apre cliccando sul piccolo pulsante con la freccia in giù che si trova a destra del campo di immissione. Dopo aver specificato il file da processare, potete procedere al passaggio successivo cliccando sul pulsante Next (Avanti) in basso alla finestra.

Passaggio 2. Selezione del tipo di password

In questa fase, il programma visualizza le informazioni disponibili sul file che avete specificato (nome file, versione PDF e versione del sistema di protezione usato) e suggerisce di scegliere il tipo di password da recuperare. Come abbiamo spiegato sopra, può essere password utente oppure password proprietario. Per recuperare la password proprietario di un file protetto con sistemi precedenti di protezione (R2-R4), sarà necessario specificare la rispettiva password utente (se è impostata per il documento in questione), in quanto le due password sono in stretta connessione. Per vedere la password che si sta digitando, premere il pulsante Show password (Mostra password).

Passaggio 3. Recupero della password - Modalità Procedura guidata

La procedura guidata di recupero password rappresenta una serie di domande che aiutano a specificare quante più informazioni sulla password da recuperare, per restringere l'intervallo per la ricerca e per ridurre al minimo i tempi di processamento. La procedura guidata permette di dividere la password in alcune parti e di definire ciascuna parte come conosciuta o sconosciuta. Ogni parte deve consistere di qualcosa che riuscite o non riuscite a ricordare. Per esempio, se ricordate che la password inizia con John ma non ricordate la fine, dovete dividere la password in due parti. Il programma chiederà di inserire le parti conosciute. La finestra per inserire gli elementi conosciuti della password contiene l'opzione ...but I am not sure about the letter cases (...non sono sicuro se siano maiuscole o minuscole), per indicare un'eventuale distinzione maiuscole/minuscole. L'opzione supporta solo caratteri latini.

Per le parti sconosciute, l'utente può specificare che tipo di caratteri possono contenere (caratteri latini maiuscoli e minuscoli, numeri, caratteri speciali, spazi) e la lunghezza. Ovviamente, meno caratteri hanno, meno tempo impiegherà il programma per calcolare e provare tutte le combinazioni possibili. Si consiglia pertanto di restringere quanto più possibile l'intervallo. È possibile usare uno dei valori predefiniti, impostare un proprio intervallo (I can set the length range myself (Posso specificare l'intervallo manualmente)) oppure, ed è la variante migliore, specificare la lunghezza esatta (I remember this part length exactly (Ricordo la lunghezza esatta di questa parte)). Dopo aver completato la descrizione delle parti della password, bisogna cliccare su Close (Chiudi), per chiudere la finestra e ritornare al passaggio corrente, quindi cliccare su Next (Avanti), per procedere al passaggio successivo.

Passaggio 4. Recupero della password - Modalità Creazione maschera

La modalità Creazione maschera permette di configurare gli stessi parametri configurabili in modalità Procedura guidata, ma offre più flessibilità e controllo del processo.

In questa modalità, la password può essere composta di 6 parti e nella finestra vengono visualizzati 6 elementi che rappresentano le parti della password. È possibile scambiare le parti di posto oppure trascinarle in qualsiasi posizione con l'aiuto del mouse. Per modificare i parametri di un elemento, bisogna cliccarci sopra con il mouse. Gli elementi non usati possono essere ignorati durante il processo di generazione della password.

Le parti possono essere di seguenti tipi: Mostly unknown (Maggiormente sconosciuto), A well-known text value (Un valore testuale conosciuto) o Some value from list (Uno dei valori da elenco).

Per il tipo Mostly unknown (Maggiormente sconosciuto), l'utente può specificare i tipi di caratteri (o specifici caratteri) che la parte può contenere e la sua lunghezza.

Per il tipo A well-known text value (Un valore testuale conosciuto), è possibile specificare i caratteri dei quali è composta questa parte e l'eventuale distinzione maiuscole/minuscole (spuntando la rispettiva opzione).

Infine, per il tipo Some value from list (Uno dei valori da elenco), è possibile specificare una lista di possibili valori. I valori si possono caricare da un file di testo.

Per ciascuno dei tipi, è possibile attivare l'opzione .and this part may also be absent (...questa parte può essere assente), che permette al programma di ignorare la parte in questione durante la generazione delle possibili combinazioni di caratteri.

Le istruzioni per l'uso di questa funzione sono disponibili alla pagina Password Mask Constructor (Creazione maschera password).

Passaggio 5. Il processo di recupero della password

Dopo aver definito il template per la ricostruzione della password in modalità Procedura guidata oppure in modalità Creazione maschera, inizia il processo di generazione della password. Per impostazione predefinita, il programma usa tutte le risorse disponibili (i core) della CPU, per calcolare i valori hash. Ciò influisce notevolmente sulla performance del sistema e rallenta e rende praticamente inutilizzabili gli altri programmi sul computer. Per limitare l'uso delle risorse del computer, è possibile usare l'opzione Multi-threading (Multithreading) del menu Options – Advanced (Opzioni – Avanzate).

Durante il processo di generazione della password, Recovery Toolbox for PDF Password visualizza le seguenti informazioni:

Nome file:
il nome del file PDF processato.
Modalità di recupero:
il tipo di password da recuperare.
Protezione:
la versione del sistema di protezione usato nel file (come definito da Adobe).
Avanzamento:
lo stato di avanzamento in percentuale.
Password al secondo:
il numero stimato di password generate al secondo.
Thread in esecuzione:
il numero dei core logici della CPU usati per il calcolo.
Tempo trascorso:
la durata del processo.
Tempo rimasto:
il tempo stimato necessario per completare il processo. Per calcolare questo valore, il programma usa i dati statistici degli ultimi 5 minuti sulla velocità di generazione di password. Questo valore si visualizza solo dopo 30 secondi dall'inizio del processo. All'inizio al posto di questo valore si visualizza un avviso sulla verifica della performance in corso.

Il recupero di password potrebbe richiedere alcune ore e persino giorni, a seconda della lunghezza della password, i caratteri utilizzati, la quantità di caratteri conosciuti specificati dall'utente, le prestazioni del computer e altri fattori. Tenendolo a mente, abbiamo previsto la possibilità di interrompere il processo, salvare i risultati e ripristinare il processo in un secondo tempo senza perdere i risultati della sessione precedente.

Lo stato di avanzamento del processo di recupero della password viene salvato automaticamente e separatamente per ciascun file ogni 10 secondi. Viene inoltre salvato quando si premono i pulsanti Pause (Pausa) e Suspend (Sospendi) oppure quando si chiude il programma premendo su Exit (Esci) o chiudendo la finestra del programma. È possibile riavviare il sistema, spengere il computer, persino spostare il file su un'altra unità disco, il progresso non verrà perso, in quanto è associato al file con l'aiuto di identificatori unici. Tuttavia, se si preme su Cancel (Annulla) oppure il programma non riesce a recuperare la password in modalità Password Wizard (Procedura guidata), lo stato di avanzamento viene resettato e si dovrà ricominciare dall'inizio la prossima volta che si carica lo stesso file. Si prega di tenere presente che l'impossibilità di recuperare la password significa sempre l'insufficienza o la scorrettezza dei dati forniti dall'utente. Non vi sono altri fattori che possono influire sul risultato, e pertanto si consiglia di controllare e correggere i parametri di recupero specificati e di riprovare a recuperare la password con l'aiuto di Recovery Toolbox for PDF Password.

A differenza dalla versione completa, la versione demo visualizza solo i primi 3 caratteri della password recuperata. Se il programma non dovesse riuscire a recuperare la password, viene visualizzato il rispettivo avviso.